Monthly Archives: Luglio 2018

Perché scegliere un’università cattolica privata riconosciuta?

Coloro che si apprestano a dover scegliere l’università in cui intraprendere il loro corso di laurea, solitamente prendono in considerazione tra le possibili scelte solo ed esclusivamente le università pubbliche. Spesso la scelta ricade su queste università, semplicemente perché non si conoscono le alternative disponibili. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di redigere per voi questo breve articolo, per raccontarvi delle università cattoliche presenti in Italia e del perché siano una scelta davvero eccellente. Ovviamente stiamo parlando di università cattoliche che sono riconosciute, che sono private quindi, ma che offrono la possibilità di seguire un corso che porta ad una laurea riconosciuta a livello nazionale ed internazionale.

L’università cattolica privata vanta un’organizzazione semplicemente impeccabile. Non ci sono problematiche di tipo politico che possano intaccare la sua organizzazione e c’è sempre abbastanza personale per prendersi cura al meglio della gestione dei corsi di studio, della gestione degli studenti e del tutoraggio. Con il termine tutoraggio, intendiamo un servizio continuo e costante nel corso del tempo che permette agli studenti di non essere mai soli nelle loro scelte, che li aiuta a scoprire quale sia il loro destino, il percorso di studi più adatto per raggiungerlo, tutte le attività che possono aiutare in questo percorso, che li aiuta a superare ogni più piccolo problema in cui potrebbero incorrere e che li fa crescere, come professionisti e anche come persone ovviamente.

Le università cattoliche hanno spesso più fondi a disposizione di quelle private e questo significa che possono vantare strutture più adeguate ad accogliere gli studenti, biblioteche più fornite, attività extra curriculari davvero molto interessanti, servizi eccellenti. Spesso inoltre queste università offrono anche un alloggio, la mensa, aule studio e biblioteche, non gratuitamente certo, ma comunque a costi che risultano contenuti rispetto a quanto uno studente fuori sede andrebbe a spendere se decidesse di optare per un appartamento.

Le università cattoliche infine inseriscono sempre nei percorsi di studi anche delle materie affini alla religione, così che scienza e fede possano intrecciarsi, così che sia possibile assumere anche delle competenze spirituali importanti. Prendiamo ad esempio in considerazione un corso di studi in psicologia. Uno psicologo che ha studiato presso un’università di questo tipo non è solo bravo, competente e altamente professionale, ma è spesso molto più empatico di altri psicologi, più attento e sensibile alle esigenze dei suoi pazienti, più capace di comunicare con loro e di creare un rapporto di reciproco rispetto e fiducia.

Ci sentiamo infine in dovere di ricordare che proprio perché si tratta di realtà eccellenti, spesso sono i migliori docenti che cercano in ogni modo di trovare in queste strutture un posto di lavoro. Questo significa che con molta probabilità i docenti migliori, le menti più brillanti e innovative, sono presenti proprio in queste università e che quindi la qualità del percorso di studi che è possibile intraprende è davvero la migliore, l’eccellenza.

Adesso che avete sott’occhio questa carrellata di vantaggi che le università cattoliche private riconosciute detengono, che cosa ne pensate? Credete anche voi che questa potrebbe essere una delle scelte migliori da fare?

Conto Deposito: come aprirlo?

Negli ultimi mesi, in Italia, quando si parla di risparmio, si pensa subito al conto deposito. Una forma di risparmio di semplice utilizzo e che garantisce una elevata remunerazione. Se ti stai chiedendo come poter aprire un conto deposito, continua a leggere e troverai tutte le indicazioni utili. Prendiamo a esempio il miglior conto deposito attualmente sul mercato, Conto Esagon, e vediamo come è possibile aprire un conto.

Verifica chi può aprirlo

Il primo passo nell’apertura di un conto deposito è la verifica delle caratteristiche necessarie per poter diventare cliente. A esempio, per poter aprire un Conto Esagon occorre essere persone fisiche maggiorenni con cittadinanza e residenza fiscale esclusivamente italiana, questo significa che se hai una doppia cittadinanza o vuoi cointestare il conto con tuo figlio minorenne, non puoi scegliere questa soluzione. Una volta individuate le caratteristiche necessarie per diventare cliente, assicurati di avere con te i documenti necessari per poter aprire il conto, nel caso in esame vengono richiesti due documenti di riconoscimento (patente, carta d’identità, passaporto etc.), il codice fiscale, un codice iban di cui sei intestatario e, infine, trattandosi di un conto online, una mail e un numero di cellulare attivo.

Apri il conto

Ora potrai proseguire con l’apertura vera e propria del conto. Compila il form che trovi online con i tuoi dati anagrafici, scegli la modalità di firma del contratto (elettronica o tradizionale) e la tua pratica è aperta. Riceverai le indicazioni per proseguire sulla mail che hai indicato o potrai comunque chiamare un servizio di assistenza che ti aiuti a portare a termine gli step successivi.

Completa l’apertura

L’ultimo passaggio per aprire il Conto Deposito Esagon è quello di predisporre un bonifico di attivazione per il riconoscimento. Verifica sempre le caratteristiche che deve avere il bonifico, per non vedere la tua pratica rimanere bloccata a causa di problemi che si possono evitare. Conto Esagon, a esempio, accetta solo bonifici dal conto d’appoggio indicato durante la compilazione del form, il bonifico deve riportare nome e cognome dell’intestatario e la causale deve essere “attivazione conto esagon pratica n XXX”, infine, il bonifico può essere di un importo a tua discrezione, ma cosa più importante, per aprire conto esagon, i bonifici devono essere obbligatoriamente inviati tramite canali SEPA.

Conto Deposito Aperto

Una volta completata la procedura di attivazione, entro qualche giorno riceverai il tuo accesso all’area riservata di internet banking e potrai prepararti a disporre i tuoi vincoli vedendo così fruttare i tuoi risparmi, come già stanno facendo molti italiani.